Investimenti a lungo termine: sicuro o rischioso?

INTRODUZIONE

Investire a lungo termine è sicuro o rischioso? Quante volte hai sentito dire che non ti devi preoccupare di ribassi momentanei del mercato perché tanto “nel lungo periodo il mercato sale”? E quante volte ti è stato detto che proprio nei ribassi conviene comprare perché si acquista “a sconto” o addirittura raddoppiare la rata del PAC? E quante volte, ancora, hai sentito dire che quando scorre il sangue per le strade conviene entrare e quando c’è euforia uscire?

Ma è proprio così? 

Ti dirò subito cosa ne penso: no, purtroppo non è così semplice.

L’affermazione “investo nel lungo periodo perché nel lungo periodo il mercato sale” non è necessariamente sbagliata ma è incompleta. Il lungo periodo va bene se il titolo che abbiamo scelto è buono; viceversa nel lungo periodo perderete solo soldi.

Qualcuno ha mai sentito parlare di Tiscali? Ecco a voi il grafico degli ultimi (i grafici che vedere in questo articolo sono stati tratti dalla piattaforma TradingView). 

No, i prezzi non sono sbagliati. Il titolo era tra i più in hype negli anni 2000, tutti lo volevano e quotava c.a. 46 euro per azione. 

Avete visto quando vale oggi? 0,015 euro!! Si proprio così, un centesimo di euro. Un calo del 99,97%. Un disastro. Per tornare ai livelli del 2000 dovrebbe apprezzarsi del 259.000%.

Questo solo per dire: quando sentite parlare di lungo periodo vi invito a diffidare di coloro che portano come esempio alla loro causa i vari Amazon, Google e i soliti noti. Questi sono i titoli che ce l’hanno fatta ma ce ne sono tanti altri che invece oggi non esistono nemmeno più. 

Quindi, l’affermazione corretta è: “il lungo periodo è profittevole se il titolo che avete scelto sale!”.

Viceversa, se il titolo che avete scelto scende il lungo periodo non farà che amplificare l’entità della vostra perdita. 

Investire ad occhi chiusi perché tanto nel lungo termine il mercato sale è un errore concettuale grave. Ne basta uno per prosciugare il patrimonio, specie se la strategia che avete scelto prevede di acquistare i ribassi. E questo non è ciò che volete. 

Come dice Warren Buffet: “La prima regola: non perdere denaro. La seconda : non dimenticare mai la prima”.

A questo punto dovreste essere già in grado di rispondere da soli alla domanda se investire nel lungo termine è sicuro o rischioso. Ma se non siete ancora pienamente convinti proseguite pure la lettura.

 

LUNGO PERIODO E INDICI AZIONARI

A questo punto qualcuno potrà dire: ma io non investo in singoli titoli perché non sono capace di selezionare quelli che hanno potenziale da quelli che non lo anno. Preferisco investire in indici così sono tranquillo. 

Purtroppo, nemmeno gli indici azionari sono esenti dalla fallacia del lungo periodo. Certo, complice la politica monetaria delle banche centrali, è tendenzialmente più difficile assistere a crolli di valore del tipo di Tiscali.
Tuttavia non mancano affatto i casi di mercati azionari di Paesi anche sviluppati che hanno visto una diminuzione duratura delle proprie quotazioni. L’esempio più famoso è l’indice che racchiude le principali aziende giapponesi, il Nikkei.

Ecco il grafico.

Il primo dicembre 1988 l’indice quotava c.a. 39.000 punti; un livello che non è mai stato più toccato. Chiunque avesse investito i propri risparmi in quel periodo sarebbe ancora in perdita dopo più di 30 anni. 

Le cose non sono molto diverse per coloro che hanno investito nel ’96; certo, adesso loro sono fortunatamente in profitto ma hanno impiegato ben 20 anni per rivedere le quotazioni alle quali hanno acquistato l’indice. E in questi 20 anni l’indice è arrivato ad un drawdown del 70%! Quanti saranno stati così freddi (e pazzi) da non vendere prima in perdita?

Insomma, anche quando si parla di indici il lungo periodo va bene se l’indice di riferimento è “destinato” a salire (o, più semplicemente, salirà). Diffidete, pertanto, da chi millanta regole come se fossero dogmi adducendo una casistica parziale e appositamente selezionata per poter sostenere la propria tesi. Nel lungo periodo non c’è alcun motivo valido e ragionale che ci possa indurre a credere, con sufficiente grado di confidenza, che il mercato crescerà o che lo debba fare necessariamente! 

LUNGO PERIODO E CRIPTOVALUTE

Infine un cenno anche al mondo crypto. 

Non c’è nulla di più sbagliato che associare i termini “lungo periodo” e “criptovalute”. Quanti di voi erano presenti sul mercato cripto durante la bolla del 2017?

Sapete cosa è successo all’80% o forse più delle coin che erano più in voga in quel periodo? Nel migliore dei casi hanno perso il 90% del proprio valore; nel peggiore sono letteralmente sparite

Ancora una volta, un esempio contribuirà a schiarirvi le idee. Ecco a voi il grafico di NEO, una delle coin considerate più promettenti nella bull run del 2017.

A parte un parziale recupero ad aprile 2021 la coin non sembra proprio avere l’aspetto di uno di quegli investimenti che nel lungo periodo (che poi quanto lungo deve essere?!) vi farà diventare ricchi. Oggi NEO quota ad un prezzo inferiore dell’88,89% rispetto al picco raggiunto nel 2017. Se aveste investito 10.000 euro oggi ne avreste 1.100.

Con questo non voglio dire che dovete fare necessariamente scalping o trading di breve termine. Dovete però essere consapevoli che aspettare il lungo periodo nelle cripto o, peggio ancora, mediare i ribassi può voler dire perdere tutto l’investimento (così come, se avete fortuna – perché di questo si tratta – farvi diventare multimilionari). 

Lo ripeto ancora una volta. Il lungo periodo va bene se l’asset che avete scelto è quello giusto!

CONCLUSIONI

Investire a lungo termine è sicuro o rischioso? Dopo aver letto questo articolo la risposta dovrebbe essere semplice: gli investimenti a lungo termine sono rischiosi come tutti gli altri! Chi vi dice che a lungo termine il rischio non esiste, fidatevi, non è mai stato sul mercato. 

Investimenti sicuri, purtroppo, non esistono. Imparate questa regola e avrete imparato la lezione più importante del mondo degli investimenti. Se mediate al ribasso titoli che non hanno nessuna possibilità di risalire state rischiando l’osso del collo e chi vi incita a continuare a farlo è un incompetente. 

Sul mercato occhi aperti e vigili. Ricordate: il prezzo ha sempre ragione. 

Se vuoi approfondire le due tecniche di investimento più importanti ti invito a dare un occhio a questo articolo!

close

Hey, ciao 👋
Rimani aggiornato su tutti i nuovi contenuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.