USDD nuova stablecoin Tron

USDD: la nuova stablecoin della blockchain Tron. Cosa è e come funziona

E’ ormai notizia di qualche giorno che il 5 maggio 2022 sarà lanciata USDD, la nuova stablecoin dell’ecosistema Tron. Ad annunciarlo è stato il suo fondatore Justin Sun con una lettera indirizzata alla DAO di TRON.
Ma come funziona USDD e perché questo progetto merita di essere seguito? Scopriamolo insieme!

Uno sguardo alla blockchain TRON

Tron è una delle blockchain più datate, nata durante il boom delle criptovalute del 2017. Sebbene inizialmente il progetto avesse quale obiettivo quello di fornire pieni diritti di proprietà ai creatori di contenuti digitali, Tron ha avuto il merito di riuscire a svilupparsi e proseguire il percorso di crescita al passo con i tempi. Oggi, infatti, Tron supporta smart contracts e applicazioni decentralizzate, con fees di transazione piuttosto basse. Lo standard token della blockchain di Tron è il TRC20.
Secondo quanto riportato da Cointelegraph, Tron conta oltre 87 milioni di utenti on-chain e 3 miliardi di controvare in transazioni. La circulating supply di USDT sotto forma di token TRC20 è superiore a quella del fratello ERC-20, pari a 41 miliardi di dollari. Questo fa di Tron il più grande network mondiale per quanto riguarda le stablecoin. Tron DAO costituisce, infine, la più grande organizzazione autonoma decentralizzata al mondo. 
E’ chiaro, quindi, che con questi numeri l’annuncio dell’arrivo di USDD su Tron non può essere sottovalutato.
Vediamo più da vicino cosa è e come funziona la nuova stablecoin della blockchain Tron.

USDD: una stablecoin algoritmica

Innanzitutto è bene chiarire che USDD è una stablecoin algoritmica. Questo significa, in sintesi, che non c’è nessun collaterale in USD depositato in conti correnti (come accade, ad esempio, per quanto riguarda USDC o USDT). Il peg con il dollaro è infatti assicurato da un meccanismo di domanda e offerta che è studiato per mantenere il valore di un USDD pari ad un dollaro. Come mai questa scelta? Il motivo è che, pur essendo le stablecoin algoritmiche più complesse, consentono una maggior decentralizzazione rispetto alle stablecoin con collaterale fisico.
Il precedente probabilmente più conosciuto è quello di UST, sulla blockchain di Terra, il cui peg è “garantito” dal minting e dal burning di LUNA.

USDD – stablecoin Tron

Come è garantito il peg di USDD?

USDD funzionerà in maniera molto simile a UST. L’emissione di USDD e l’aggancio con il dollaro in rapporto 1:1 sarà in particolare assicurata dal token nativo della blockchain Tron, ossia TRX.

Tron

Come riferito da Justin Sun nell’annuncio sul lancio della stablecoin, il meccanismo per il peg sarà il seguente.
Quando il prezzo di 1 USDD è inferiore ad 1 USD, gli utenti e gli arbitraggisti potranno inviare 1 USDD al sistema e ricevere un dollaro di TRX. Al contrario, quando il prezzo di 1 USDD è superiore a 1 USD, gli utenti e gli arbitraggisti potranno inviare un dollaro di TRX al sistema e ricevere in cambio 1 USDD.

In pratica:

  • quanto il prezzo di 1 USDD è inferiore a 1 USD il sistema riequilibra il meccanismo di domanda/offerta di USDD per riportare il prezzo a 1 USD. Ciò avviene grazie al fatto che gli utenti e arbitraggisti saranno invogliati a scambiare il proprio USDD (che vale meno di un dollaro) con un dollaro di TRX che viene “mintato dal sistema”. L’USDD scambiato viene invece “bruciato” dal sistema e questo ne fa aumentare la scarsità e, conseguentemente, il prezzo.
  • viceversa, quando il prezzo di 1 USDD è superiore a 1 USD il sistema aumenta la domanda per far scendere il prezzo sino a 1 USD. Ciò avviene grazie all’incentivo per utenti e arbitraggisti a inviare un dollaro di TRX al sistema in cambio di 1 USDD (che ha un valore superiore a 1 USD). Costoro guadagneranno poi la differenza rivendendo a mercato USDD. Questo procedimento aumenta la quantità di USDD in circolazione riportando il prezzo a 1 USD.

Sempre per favorire il peg con il dollaro, Tron DAO fornirà riserve di custodia fino a 10 miliardi di dollari in attività altamente liquide, da utilizzare come supporto collaterale per USDD (in modo simile a quanto fatto con Bitcoin da Terraform Labs per UST). Justin Sun non ha dichiarato quali attività fungeranno come garanzia, ma ha detto che si tratterà di beni altamente liquidi.

Dove acquistare USDD e come metterla a rendita

Si sa, il successo di UST è dovuto in gran parte alla rendita finora stabile assicurata da Anchor, pari al 19,5%. Ma il progetto di TRON è ancora più ambizioso.
Justin Sun ha, infatti, annunciato che Tron DAO gestirà una riserva di stablecoin con un tasso di interesse stabile del 30%.
USDD sarà disponibile, inizialmente, solo sulla blockchain di Tron, sotto forma di TRC20. Successivamente, tuttavia, il team ha già annunciato che è in programma di rilasciare la stablecoin anche sulle blockchain di Ethereum e BNB chain. 
Ciò significa che, in una prima fase, l’acquisto di USDD è possibile unicamente su quelle dapp o exchange che supportano TRC20. In un secondo momento, invece, sarà possibile guardare a quelle applicazioni rilasciate sulle reti ethereum e BNB chain.

Link che potrebbero interessarti

Se sei arrivato sin qua e vuoi iniziare a investire in criptovalute o ad avere una rendita CEFI sulle tue cripto puoi farlo utilizzando i miei referral links che trovi al seguente link per beneficiare sin da subito delle promo di benvenuto!

close

Hey, ciao 👋
Rimani aggiornato su tutti i nuovi contenuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.